SPOT 13 (#2) – CELLULE [CORN79]

Oltre a essere una geometria, il grande pezzo di Corn79 ha qualcosa di razionale, di cerebrale. 50 metri quadrati di lamiera dipinti interamente a spray con una mano, una pazienza e una perizia degna del più preciso street artist presente sulla faccia della terra. L’edificio dipinto è, neanche a farlo apposta, l’ex planetario. Difatti, in analogia rispetto agli animali (un tempo dentro e oggi fuori dalle gabbie), anche i pianeti e le stelle prima contenute all’interno del planetario oggi escono per decorarne la facciata posteriore. Gli incastri e le connessioni tra le figure rimandano a una specie di sistema solare, a un apparato cellulare variopinto a un’alchimia che può sembrare fredda, quasi matematica ma che, nell’osservarla, vi assicuro che riuscirà a suscitare in voi emozioni e sensazioni particolari. Sapienza e completezza artistica nel saper sfruttare a pieno lo spazio rivalutandolo attraverso un soggetto che rappresenta al meglio la storia del muro. Grazie Corn!

Corn79: http://www.flickr.com/photos/richardcorn