SPOT 20 – HOMO HOMINI LUPUS [Rems 182]

Rems 182 ha qualcosa in più, qualcosa che va oltre la rappresentazione artistica, qualcosa che si cela dietro il disegno, dietro la facciata, sostanza dietro la forma. Questo qualcosa può essere chiamato sapienza. Sapienza nel saper contestualizzare l’opera e nel rappresentare un concetto, un contenuto a dir poco attuale. Difatti, in un mondo che gira sempre più veloce, l’uomo è, sempre di più, un lupo per l’uomo (homo homini lupus). Secondo tale considerazione, a determinare le azioni e le relazioni tra uomini (amicizie, società, etc.) non sarebbero i sentimenti più puri quali l’amore e il rispetto ma soltanto l’istinto di sopravvivenza, quello di sopraffazione e il timore nei confronti dei propri simili. Per trasmettere il messaggio, Rems ha disegnato un lupo a due teste che, sebbene possa sembrare una bozza schizzata velocemente su uno sketchbook durante una pausa pranzo, rappresenta a pieno il concetto nonché la completezza di questo artista concreto e maturo.